Escursione di trekking a Sa Giuntura (Urzulei)

  • trekking in zona selvaggia
  • visita a siti archeologici
  • paesaggio spettacolare
  • fauna selvatica

L’escursione a Sa Giuntura ci farà vivere una meravigliosa avventura nel cuore del Supramonte di Urzulei. In una zona aspra e selvaggia, c’è un punto in cui due corsi d’acqua si incontrano: il Rio Flumineddu e il Rio Orbisi, gli artefici delle profonde gole nei calcari mesozoici.

Il trekking inizia in località Sedda ar Baccas visiteremo un antico ovile del Supramonte (su pinnetu, in sardo), i vicini resti di una tomba dei giganti risalente all’età nuragica, circa 1500 anni a.C., ed un magnifico esemplare di tasso millenario. Un’antica “iscala ‘e fustes”, ovvero un passaggio in legno di ginepro costruito dai pastori, ci conduce nella gola scavata dal Rio Flumineddu.

L’escursione prosegue risalendo le enormi cenge e le alte pareti calcaree della gola finché raggiungiamo nuraghe Gorropu. Da qui lo sguardo giunge sino alla cima di Punta Corrasi, al vicino nuraghe Mereu che spunta dalla foresta, alle creste del Monte Silana e alla parte sud del canyon di Gorropu. Qui è facile osservare l’aquila reale intenta a cacciare o i mufloni alla ricerca d’acqua.

La tappa successiva del nostro trekking è il punto in cui i due fiumi si uniscono, Sa Giuntura, sicuramente il luogo più suggestivo del Supramonte! Le balconate di roccia che delimitano il corso del fiume sono state erose e formano delle pieghe simili ad onde pietrificate. Esse costituiscono un piccolo anfiteatro che racchiude al suo interno un piccolo laghetto incantato.

Infine visiteremo lo splendido grottone di Pischina Urtaddala, anch’esso frequentato dai mufloni alla ricerca d’acqua. L’escursione a Sa Giuntura ci farà scoprire i segreti di un ambiente ancora incontaminato e vivere un’esperienza unica in luoghi isolati e magnifici.

Sergio e Simone – Jebel Sardinia