Escursione di trekking a Cala Luna (Dorgali e Baunei)

  • trekking molto panoramico
  • doppia vista: mare + montagna
  • lunga sosta bagno nel mare del Golfo di Orosei
  • pranzo al sacco in grotta vista mare
  • possibilità di rientrare in barca

Questa è una delle nostre escursioni più scenografiche, per cui è obbligatorio partire con un mezzo fotografico a vostra scelta, dallo smartphone alla reflex, per non perdere nessuna delle tessere di azzurro, blu, turchese, verde, bianco che compongono il paesaggio di questo versante marino del Supramonte.

Da Orosei raggiungiamo facilmente coi nostri fuoristrada Dorgali e poi da qui giriamo verso Cala Gonone per parcheggiare in una zona interna chiamata Buchiarta.

Ad accoglierci un gruppo di ovili a capanna tipici della zona, le cosiddette pinnettas, in posizione dominante sul Golfo di Orosei. Subito inizia a disegnarsi il carattere di questo trekking: mare a perdita d’occhio a oriente, montagna selvaggia a occidente, in un susseguirsi di tagli e vedute mozzafiato.

Iniziamo quindi la discesa lungo il canalone di Su Molente, tra pietraie e antiche mulattiere, con passaggi all’ombra di enormi ginepri secolari e sempre accompagnati dal profumo intenso della macchia mediterranea. Talvolta il suono della marcia è interrotto dal battito d’ali radente dei veloci piccioni selvatici in fuga dal falco pellegrino, molto comune da queste parti.

Raggiunto l’ampio canyon di Codula di Luna, il trekking prosegue sul greto asciutto del fiume, tra i massi di granito levigati dalle acque, i piccoli laghetti e i numerosissimi oleandri che in primavera colorano la gola di rosa.

Immergersi nelle acque cristalline del Golfo di Orosei avrà un sapore unico dopo le fatiche dell’escursione e Cala Luna sarà la vera Cala Luna, vale a dire non una spiaggia ma un’autentica esperienza, tra le più entusiasmanti in Sardegna.

Consumeremo il pranzo al sacco in uno dei caratteristici grottoni carsici a bordo spiaggia. Un breve riposo in questo luogo unico, ed è già tempo di proseguire l’escursione, ripercorrendo l’ampio canyon a ritroso, per risalire verso il punto di partenza dalla gola chiamato S’Iscala ‘e S’Arga, la parte più impegnativa del trekking.

Chi volesse sostare più a lungo in spiaggia potrà rientrare in barca approdando poi al porto di Cala Gonone. L’escursione sarà meno faticosa e con in più l’opportunità di fare un piccolo tour nelle acque del Golfo di Orosei.

Sergio e Simone – Jebel Sardinia