Escursione in 4×4 a Gorropu + pranzo dal pastore

  • la comodità delle nostre 4×4
  • il canyon più profondo d’Europa
  • gli endemismi di flora e fauna
  • il pranzo tipico dal pastore incluso

Una delle più affascinanti esperienze di trekking in Sardegna è sicuramente l’escursione alla Gola di Gorropu. Il canyon rappresenta uno dei siti più amati dagli escursionisti in Sardegna. Il pranzo dal pastore vi permetterà di conoscere gli ultimi testimoni di uno stile di vita quasi scomparso, i custodi della tradizione secolare dell’allevamento delle capre in Supramonte.

L’escursione ha inizio a Dorgali, paese famoso per la produzione di ottimi vini e per la conciatura delle pelli. In fuoristrada attraversiamo la vallata di Oddoene, porta di accesso al Supramonte, coltivata a frutteti, oliveti e vigneti da cui si ottiene il vino rosso più conosciuto: il Cannonau.

Attraversiamo Rio Flumineddu e percorriamo l’impervia sterrata con i fuoristrada 4X4 sino al parcheggio dove lasceremo l’auto. Il trekking attraversa il fitto bosco di corbezzoli ed alcune pietraie che costeggiano le pareti del Monte Oddeu sino ad arrivare all’ingresso della gola di Gorropu.

Vi stupirete nel camminare tra le pareti rocciose che si innalzano per più di 400 metri sul letto del fiume, dando vita ad un dei canyon più profondi d’Europa. Le acque del Flumineddu hanno scavato i calcari originatisi tra 190 e 60 milioni di anni fa sotto il livello del mare. All’interno si trovano esemplari millenari di Fillirea (Phillyrea latifolia) e Tasso (Taxus baccata).

Il microclima unico del canyon favorisce la presenza di specie rare come l’Aquilegia di Gorropu (Aquilegia nuragica), endemismo presente in pochissimi esemplari solo in questo sito. Tra gli animali ci sono i mufloni, l’aquila reale ed alcuni endemismi come il geotritone e l’Euprotto sardo che abita i torrenti supramontani.

Man mano che ci si addentra nella gola, l’escursione diventa più impegnativa e spesso si cammina utilizzando le mani per avanzare tra i grossi massi presenti sul greto del fiume. Il trekking a Gorropu termina nella parte non più percorribile a livello escursionistico, da qui si rientra ripercorrendo lo stesso cammino a ritroso sino all’ovile dove pranzeremo.
L’insediamento pastorale si trova in una bellissima location, sovrastata dalle falesie di Monte Tundu. Sono presenti un paio di “pinnettos”, gli antichi ovili costruiti con il muro a secco e con la copertura conica in rami di ginepro. Qui potremo gustare le specialità tipiche della tradizione enogastronomica barbaricina. Tutte le pietanze sono prodotte direttamente dal pastore e dalla sua famiglia: insaccati, formaggi, il pane carasau, le carni e persino il vino ed i digestivi.

Sergio e Simone – Jebel Sardinia